Riservatezza delle comunicazioni mail del dipendente: la Grande Camera (Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, Strasburgo) rivede la decisione delle Camere. Violazione della privacy da parte del datore di lavoro.

A seguito di richiesta di remissione alla Grande Camera da parte del ricorrente, sig. Barbulescu, la Corte ha modificato la sentenza della Sezione che aveva riconosciuto al datore di lavoro un potere disciplinare di sorveglianza delle comunicazioni del dipendente. La Grande Camera ritiene che il diritto di segretezza di corrispondenza del dipendente sia meritevole di tutela qualora il Datore non abbia abbia reso adeguatamente edotto il dipendente sulle caratteristiche, natura, e portata della sorveglianza.

CEDU, Grand Chamber, caso Barbulescu c. Romania, 5 settembre 2017, Application no. 61496/08

2017-09-12T09:17:24+00:00